sabato 2 gennaio 2021

La passeggiata dei preti di Oropa


La passeggiata dei preti di Oropa è un percorso semplice e pianeggiante, che volendo porta sulle pendici del monte Cucco, dal quale si ammira un bellissimo panorama sulla pianura fino a perdita d'occhio. In primavera invece regala una spettacolare fioritura di narcisi e di qualche genziana.

Il sentiero però, per me, è anche altro. Si lega ai ricordi di quando ero bambina. Nei primi Anni Settanta, nei mesi estivi si andava a Oropa a fare il picnic con mamma e papà, nonni e bisnonni e dopo pranzo era consuetudine fare due passi, la passeggiata detta dei preti. Anche se, a dire il vero, di preti, pur con il Santuario lì accanto, non ne ho mai incontrati. 

Alcune fontane all'epoca presenti lungo il cammino, oggi non esistono più. Si sono perse sui prati circostanti, formando rigagnoli d'acqua fresca che ad ascoltarli ritemprano un po' tutto, soprattutto lo spirito.

All'ombra dei faggi, il giro favoriva la digestione. Era d'obbligo poi, per far contenta nonna Maria e bisnonna Angiolina, fare tappa in chiesa, possibilmente alla Basilica Antica, a cui erano entrambe più affezionate. Mentre nonno Giacinto e bisnonno Luigi preferivano guardare da distante, dai gradini d'ingresso, o entrare giusto un attimo, il tempo di un saluto alla Madonna, se proprio venivano sollecitati.

C'era poi il rito della foto di gruppo, che io non amavo per nulla. Tant'è che uno degli scatti a me rubati, nel tempo è divenuto celebre e spesso rievocato, suscitando sempre ilarità. Ritrae me con una maglia sulla testa che tento di nascondermi.

La passeggiata parte dal Piazzale dedicato a don Giovanni Saino, di fianco alla Basilica Superiore, prendendo il sentiero D15 dopo aver attraversato il ponticello sul torrente Oropa. Il tracciato si snoda all'interno del Parco della Rimembranza.

Anna Arietti
(testo, immagini e video)



Durata video 3 minuti e 14 secondi

Collegamento al video, se non fosse visibile su smartphone:
https://youtu.be/0GncRk3IyN8

Il Santuario mariano di Oropa - dedicato alla Madonna Nera - si trova a 12 chilometri da Biella, in Piemonte, a 1.159 metri di altitudine, in un anfiteatro naturale di montagne, le Alpi biellesi.

Le immagini presenti nel video si riferiscono
 al mese di settembre 2020



Estate 1973

I diritti relativi ai testi, alle fotografie e ai video presenti in questo portale, ove non diversamente indicato, sono di proprietà di chi collabora con noi e degli autori stessi.

L’utilizzo di piccole parti è concesso a condizione che venga sempre citata la fonte, nome e cognome dell’autore e questo sito web. Siamo grati a coloro che ce ne daranno comunicazione.

Per informazioni o segnalazioni potete scrivere a cartabiancamedia@gmail.com

1 commento: