venerdì 5 marzo 2021

Siamo vivi, viviamo (di Anna Arietti)



Siamo vivi, viviamo. Respiriamo. Basta con questo panico esagerato. Educhiamoci al rispetto di un po' di distanza fisica e torniamo alla nostra quotidianità. Molti di noi non soffrono particolari disagi perché di fatto, da buoni italiani, continuiamo a fare ciò che ci pare. C'è però una parte importante di popolazione che patisce l'isolamento e le costrizioni assurde. Sono i ragazzi, i bambini e gli anziani. E sono anche le persone senza lavoro. Leggiamo, documentiamoci non soltanto da fonti "ufficiali", che possono contenere vizi. Ignorare significa essere corresponsabili di quanto accade, peccato però che a subirne le conseguenze più devastanti siano i giovani.

Anna Arietti

#bastadpcm #torniamoallanormalita #noileggiamo #piucultura #nonsiamoranebollite

Ricordiamo che i diritti relativi ai testi, alle fotografie e ai video presenti in questo portale, ove non diversamente indicato, sono di proprietà di chi collabora con noi e degli autori stessi.

L’utilizzo di piccole parti è concesso a condizione che venga sempre citata la fonte, nome e cognome dell’autore e questo sito web. Siamo grati a coloro che ce ne daranno comunicazione.

Per informazioni o segnalazioni potete scrivere a cartabiancamedia@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento