venerdì 14 gennaio 2022

Rimane nel cuore di chi l'ha conosciuta


L'abbiamo ospitata molte volte nelle pagine del nostro giornale. Ogni anno, almeno fino a quando le forze e la vista le hanno permesso di farlo, in corrispondenza delle festività natalizie, confezionava con tanta pazienza, le pigotte, le bambole di pezza per conto dell'Unicef, il quale con il ricavato della vendita sostiene attività di solidarietà per i bambini. 

Fernanda Lavetto, vedova Faccio, si è spenta all'ospedale di Biella il 29 dicembre. Aveva compiuto 92 anni lo scorso ottobre. Era apparsa anche nelle nostre pagine dedicate alla cultura del territorio, "La Gerla dal Bieléis", in cui aveva raccontato la ricetta delle "michëtte d’pan méglia", le pagnottine con la farina di mais, che si facevano soltanto d’inverno quando c’era la stufa a legna accesa. A Cossato, come ci aveva detto, le vendeva il Gino panaté, che aveva il negozio vicino al ponte sullo Strona. 

Fernanda è stata una donna dai bei modi, amava raccontare aneddoti e curiosità e spesso, quando sentiva qualcuno dolersi della vita, ricordava la storiella del "Buon Dio": "C'era una volta una donna che si lamentava spesso della propria vita. Un giorno va a trovare il buon Dio, a far presente che la croce che gli aveva dato da portare (per intendere i crucci, le tribolazioni, ndr) era troppo pesante. Lui le indica la porta di una stanza. Può entrare e cercarsi un'altra croce. Lei, senza feslo di nauta vira, senza farselo ripetere, va e fruga dappertutto, ma niente, esce a mani vuote. Le croci sono tutte più pensanti della sua. Alura at vugghe, allora vedi - diceva Fernanda - ognuno di noi porta la croce che merita e che, in fin dei conti, può portare". 

Le sono rimasti sempre accanto il figlio Ivano con la moglie Maria Noemi; il nipote Lorenzo con Carla; la sorella Laura; la cugina Mirella e tutti i parenti e i tanti amici. "Un ringraziamento va alle suore delle casa di riposo Santa Rita di Villa del Bosco e ai medici e al personale del reparto di Geriatria dell'ospedale - scrive la famiglia in una nota -". Il funerale è stato celebrato il 31 dicembre nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta.

Anna Arietti
(testo e immagini)

Articolo scritto per La Provincia di Biella.it - 
5 dicembre 2022

I diritti relativi ai testi, alle fotografie e ai video presenti in questo portale, ove non diversamente indicato, sono di proprietà di chi collabora con noi e degli autori stessi. 


L’utilizzo di piccole parti è concesso a condizione che venga sempre citata la fonte, nome e cognome dell’autore e questo sito web. Siamo grati a coloro che ce ne daranno comunicazione. 

Per informazioni o segnalazioni potete scrivere a anna.arietti@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento