sabato 7 agosto 2021

"La mia passione per gli autoarticolati"




di Anna Arietti

È stata assegnata a Filippo Fatta, 51 anni, residente in città, la medaglia d'oro al miglior autoarticolato autoprodotto in scala 1/24, nell'ambito della prima mostra concorso di modellismo statico, promossa dal Gruppo modellisti "Michelin S.C." che si è svolta domenica 11 luglio a Torino, negli spazi del Centro "Sporting Dora".
"È la prima esposizione a cui partecipo, dopo i due anni di fermo imposti dalla situazione sanitaria e sono soddisfatto per la buona partecipazione di espositori, di diverse categorie, e anche per la buona affluenza di pubblico. Io ho portato quattro veicoli: un autotreno Iveco 190-48 trasporto paglia, un autoarticolato Scania 141 dell'azienda inglese Astran, che negli anni Sessanta, Settanta e Ottanta era leader nei trasporti con il Medio Oriente, e uno Scania 143-500, sempre autoarticolato, frigorifero, dell'azienda belga Van Lommel che opera nel settore dei trasporti frigoriferi, che è anche il modello che mi ha fatto guadagnare la medaglia d'oro, e poi ho portato l'ultimissimo nato, che è un Volvo F12 Globetrotter, sempre dell'azienda Astran. Scendendo nei dettagli, quest'ultimo veicolo dà la possibilità di vedere una porzione di carico perché ha il telone sollevato lateralmente. Inoltre ha le porte apribili posteriormente, la possibilità di ribaltare la cabina, gli interni in velluto, le casse porta utensili e il vano dedicato alla cucina con tanto di bombola, fornello, cassettini e riserva dell'acqua. Tutto autocostruito, sempre basandomi su immagini reali. I modelli che realizzo si rifanno ai mezzi veri fotografati e riprodotti in miniatura e di conseguenza anche le scritte aziendali sono riprodotte nel modo più fedele possibile, facendo ricerche, rispettando anche i codici dei colori e delle vernici. Mantenendo anche le proporzioni, in modo da essere fedele alle caratteristiche del veicolo. La scala è 1/24. Sono autoprodotti nel senso che si possono utilizzare materiali di recupero, cercando di capire quali siano quelli più indicati, o modelli in scatola da cui si parte per modificarli e arrivare al prodotto finale".

A Filippo è stato assegnato anche il premio "per gruppo di modelli presentati", ancora con il punteggio più elevato, quindi il riconoscimento "Oro".

Noto nell'ambiente degli appassionati di modellismo, nella realizzazione sempre di autoarticolati, Filippo è già stato premiato anche a livello nazionale.

"La passione per la riproduzione di camion nasce ai tempi della scuola, frequentando l'istituto per geometri, grazie a un mio compagno di banco appassionato di modellismo nel settore delle auto da rally. Sfogliando i suoi cataloghi, ho notato le scatole di montaggio di camion. Siccome, già fin da piccolo avevo avuto modo di viaggiare su questi mezzi, e mi piacevano, ho iniziato ad appassionarmi. L'input vero e proprio penso sia arrivato quando ho visitato due mostre: una a Masserano, al Palazzo dei Principi, e una a Biella Piazzo, a Palazzo Ferrero, che penso me le ricorderò per tutta la vita. Erano una cosa straordinaria. Da lì è partita la scintilla che ha acceso la passione, che ho poi nutrito confrontandomi con altri modellisti, con cui ho potuto recepire e affinare le tecniche e acquisire malizie. Poi serve fare esperimenti, in base all'obiettivo che si vuole raggiungere".

Anna Arietti

Fotografia messa a disposizione da Filippo Fatta

L'articolo è stato scritto per "La Nuova Provincia di Biella" - 14 luglio 2021

I diritti relativi ai testi, alle fotografie e ai video presenti in questo portale, ove non diversamente indicato, sono di proprietà di chi collabora con noi e degli autori stessi.

L’utilizzo di piccole parti è concesso a condizione che venga sempre citata la fonte, nome e cognome dell’autore e questo sito web. Siamo grati a coloro che ce ne daranno comunicazione.

Per informazioni o segnalazioni potete scrivere a cartabiancamedia(at)gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento