lunedì 23 agosto 2021

"Dipingo la gioia per cacciare il covid"


di Anna Arietti

L'arte è così, si scopre sperimentando le proprie abilità. Bruna Caser Pidello, 38 anni e residente in città, fin da bambina ama dipingere e col tempo diventa anche scultrice.

"Mi piaceva il disegno - spiega - allora ho frequentato il liceo artistico di Biella e poi, siccome nella vita si prova, mi sono iscritta a una scuola per diventare orefice, a cui però non ho dato seguito. Adesso lavoro nel settore tessile, ma coltivo ugualmente la passione per la pittura su tela e su legno".

È il 2008 quando Bruna decide di approfondire l'interesse ispirandosi ai paesaggi e alle cartoline. I suoi quadri sono anche di fantasia. "Anche l'essere appassionata di fotografia è per me una fonte di ispirazione, e poi gioco con la geometria. Ho sperimentato diverse tecniche, anche se preferisco utilizzare gli acrilici su legno o su tela e i pennarelli indelebili".

Fra le sue ultime opere ricorre spesso un tema di attualità inerente alla situazione sanitaria. Ama ritrarre tante persone vicine, tanti visi e colori brillanti. "Una s'intitola "L'abbraccio", che è un mandala, che rappresenta un momento di gioia, perché finalmente la gente vede la luce. È la mia idea di persone che sperano che nella scomparsa del virus. Tutti si abbracciano per la felicità".

Le opere di Bruna ricordano i quadri di Leonid Afremov per la vivacità e l'intensità dei colori utilizzati. La mano invece riporta la mente all'arte naïf, la pittura dal tratto semplice e candido, proposta dagli autodidatti del 1800. Colpisce un quadro intitolato "Occhi piangenti", sempre composto da colori diversi, che richiama ancora la situazione attuale di incertezza e precarietà.

Anna Arietti

Immagini messe a disposizione da Brusa Caser Pidello (anche l'immagine di copertina).

L'articolo è stato scritto per "La Nuova Provincia di Biella" - 18 agosto 2021





I diritti relativi ai testi, alle fotografie e ai video presenti in questo portale, ove non diversamente indicato, sono di proprietà di chi collabora con noi e degli autori stessi.

L’utilizzo di piccole parti è concesso a condizione che venga sempre citata la fonte, nome e cognome dell’autore e questo sito web. Siamo grati a coloro che ce ne daranno comunicazione.

Per informazioni o segnalazioni potete scrivere a cartabiancamedia(at)gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento