sabato 16 maggio 2020

Masserano: l'abete di Cacciano e la sua fonte #alberi monumentali #innamoratidelbiellese

Testo e immagini di Enea Grosso

Tre scalini  tra le foglie di bambù e si è al cospetto del Signore del Tempio: l'Abete di Cacciano, nascosto in uno scrigno naturale ai margini del bosco.
Non appena si sfiora col piede il primo gradino, la consueta bisaccia di pensieri che sempre pesa attorno al collo scivola per terra: non vibra all'unisono con l'energia del luogo. 
L'unica offerta che si possa portare in questo  cerchio magico è il proprio silenzio e una piccola preghiera.

"La bellezza di cui ti circondi,
la bellezza secondo cui tu vivi,
la bellezza su cui fondi la tua vita"

è la traduzione approssimata della Preghiera della Bellezza dei Navajo (quasi impronunciabile per noi: "Nizhonigoo bil iina"). 

Sento le parole in sintonia con quest'angolo sconosciuto di mondo. 

Tre scalini
  L'antica   tradizione dei Navajo  non invita a  proteggersi dalle inevitabili ferite della vita, bensì a sublimarle attraverso bellezza e preghiera (termini che in questo contesto quasi si confondono), ponendo l'accento sulla responsabilità individuale e il collegamento tra il proprio mondo interno e quello  esterno.









Che ci si senta inclini o meno a tali riflessioni, l'Abete vale una gita e vi accoglierà gentilmente offrendovi acqua fresca in estate e tiepida in inverno alla fonte "caudana" situata a pochi passi. 













Frazione Cacciano è un ottimo punto di partenza per avventurarsi lungo  i numerosi sentieri intorno che invitano ad altrettante passeggiate (verso Frazione Rongio e Morezzi. la Via della Fornera e Mombello, il parco dell'Arcobaleno e la Diga, Curino e la Madonna degli Angeli di Brusnengo...Buona esplorazione!).


Camminando tra Cacciano e Rongio (Masserano)...

...si arriva al boschetto dei bambù.

La chioma dell' Abete. 







https://www.baffidigatto.com/2020/03/brusnengo-camminare-tra-i-vigneti-della.html




 https://www.baffidigatto.com/2020/05/in-un-giorno-di-primavera.html


https://www.baffidigatto.com/2020/01/la-sequoia-secolare-di-chiavazza.html


Fonte delle notizie sulla tradizione Navajo: "La Scienza perduta della Preghiera" di G. Braden, Macro Edizioni 


1 commento:

  1. A volte abbiamo delle bellezze sotto casa e non lo sappiamo. Grazie

    RispondiElimina