giovedì 27 febbraio 2020

Pella, una perla sul lago d'inverno (da Gozzano a Pella a Ronco, Lago d'Orta #andareapiedi #altopiemonte #luoghichesonopoesia #meditazionecamminata



"E poi, camminando, c'è un solo primato che conta: l'intensità del cielo, lo splendore dei paesaggi".
(Frédéric Gros, Andare a piedi, pagina 8, Garzanti)


Il lido di Gozzano. 
 Testo e immagini di Enea Grosso  

 Quante volte sono stata al Lago d'Orta nella mia vita? Non saprei dire,  tante. Solo un paio a Pella, sulla riva opposta. E  in tutti questi anni non mi ero mai accorta della suggestiva passeggiata tra Gozzano, Pella, il borgo di Ronco e oltre, percorso scoperto grazie ad un post sulla pagina Facebook di Franco Grosso.


Il sentiero parte dal lido di Gozzano e prosegue lungo il lago. E' incantevole ad ogni passo: da un lato il bosco, le ville, i lidi nascosti tra i rami sottili come capelli, e dall'altro la luce cangiante dell'acqua, le immagini riflesse del paesaggio, la Torre Buccione sulla collina che piano piano rimane alle nostre spalle.

L'isola di San Giulio, Orta e la torre. 


Il percorso è per buona parte all'ombra e pianeggiante,  perfetto sia per pensare sia per  ripulire la mente dai pensieri. 


Sono sicura che piacerebbe ai grandi pensatori - camminatori del passato: da Kant a Nietzsche, da Rimbaud a Thoreau e molti altri. 




Mentre si procede, silenziosamente ci si ripromette di ritornare: ecco un angolo ideale per fermarsi a leggere la prossima volta, e un altro in cui l'acqua trasparente invita fin d'ora ad un futuro bagno estivo, nonostante la brina sull'erba di questa domenica di gennaio. 




 Oltrepassando dimore incantevoli e tratti di bosco, si arriva al lido di San Maurizio d'Opaglio, si oltrepassa la frazione di Lagna (dove si trova un piccolo lago per la pesca sportiva, nascosto nel verde), e dopo un piccolo guado si prosegue fino a Pella lungo la strada asfaltata. 

L'Isola di San Giulio tra i capelli  degli alberi d'inverno. 



Il lido di San Maurizio d'Opaglio.



San Maurizio d'Opaglio, una meta per l'estate. 


Lavatoio a Lagna.

Piccola deviazione al lido di Lagna prima di ritornare sui propri passi verso Pella. 

Pella vista dalla spiaggia di Lagna. 

Il guado che ci riconduce al nastro d'asfalto verso Pella 

Spiaggia alle porte di Pella.

La passeggiata verso il cuore di Pella. 

Riflessi d'inverno a Pella.
Ed eccoci alla meta: una perla sul lago d'inverno. 



Scultura al porticciolo di Pella. 
Da Pella partono numerose passeggiate. 
L' "intensità del cielo, lo splendore dei paesaggi" che ci hanno accompagnati fino qui, invitano a proseguire il cammino almeno fino alla Frazione Ronco Inferiore: basta seguire la strada principale lungo il lago. 


Proseguendo verso Ronco Inferiore



Prossima meta: Omegna. 


Omegna sullo sfondo vista dal borgo di Ronco Inferiore. 


La strada termina nel piccolo borgo, mentre il sentiero s'inerpica verso la collina in direzione di Omegna, ottima meta per un'altra domenica d'inverno. 

Tornando a Pella: una sosta ad ammirare Orta San Giulio. 


TESTO e IMMAGINI di Enea Grosso. 

Per una descrizione dettagliata e completa del cammino intorno al lago d'Orta ecco il link all'articolo di Franco Grosso sulla  pagina web del bisettimanale IL BIELLESE:
https://www.ilbiellese.it/blog/dietro-l-angolo/lago-dorta-sulla-riviera-dorta-doccidente/.
Ulteriori informazioni e foto su questo e numerosi altri cammini si trovano nella pagina Facebook di Franco Grosso (https://www.facebook.com/franco.grosso.75).

3 commenti:

  1. bellissima carrellata di magnifici panorami e ottime foto.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. https://tracanzan-lungolaviadeicanneti.blogspot.com/

    RispondiElimina