giovedì 30 maggio 2019

Erika



L'opera scultorea realizzata a Pralungo (Biella) è dedicata a Erika, ragazza che perse la vita per mano violenta.

Scrivere di lei è volerla ancora con noi, ma è anche ponderare quel malessere che opprime, spesso silenziosamente, per poi scatenarsi nel modo più assurdo.

È notare chi soffre. E chi gli vive accanto. 

Abdicare all'abitudine. 

Colpisce l'installazione bianca che dà luce per riflesso, come un monito, "riflettere". 

Tendiamo la mano. 
Facciamolo per Erika. E non soltanto.

Anna Arietti
(testo e immagini)





I diritti relativi ai testi, alle fotografie e ai video presenti in questo portale, ove non diversamente indicato, sono di proprietà di chi collabora con noi e degli autori stessi.

L’utilizzo di piccole parti è concesso a condizione che venga sempre citata la fonte, nome e cognome dell’autore e questo sito web. Siamo grati a coloro che ce ne daranno comunicazione.

Per informazioni o segnalazioni potete scrivere a cartabiancamedia(at)gmail.com .