sabato 30 aprile 2016

La Biznaga di Málaga

 "Entre todas las tradiciones de Málaga, la bisnaga representa probablemente el símbolo más málagueño".
Muro dipinto al centro di Málaga
"...es una composición de flores de jazmín armadas sobre un soporte natural, conseguido de una planta silvestre que se ha secado previamente".


Al Rincón de la Bisnaga a Málaga

Come spiega la minuscola guida comprata al Giardino Botanico della Concepción, la bisnaga è una tradizione che esiste solo a Málaga e pochissime altre località nei suoi dintorni. 

Si tratta di gelsomini (dalla radice ispano-araba yas(a)min, "regalo di Dio") pazientemente sistemati su supporto di due piccole  piante precedentemente essicate, la Ammi Visnaga e l'aneto. 



Al Paseo del Parque - il parco accanto al municipio - spicca la statua in bronzo del biznaguero, dello scultore Jaime Fernández Pimentel; e sui muretti decorati attorno allo stagno, si possono leggere poesie dedicate alla città e al suo simbolo.





La "Biznaga de Oro" è anche il premio al miglior film del Festival del Cinema della città.


"La biznaga"

"Prepararla, un mimo.
Venderla, un garbo.
Regalarla, un gusto.
Pasearla, un suspiro.
Recordarla, un sueño".

("Guía practica - La Biznaga - Tradiciones de Málaga" - di Andrea Pelizza)
Acquisti al Rincón de la Bisnaga









La famiglia mette su casa

venerdì 29 aprile 2016

Un mondo ruspante, bello così


È dura da morire, ma i giovani tornano a guardare all’agricoltura e all’allevamento. Per rendersene conto, basta guardarsi intorno partecipando ad una fiera agricola, come quella che si è svolta a Castellengo di Cossato lo scorso fine settimana. C’è però una seconda buona notizia, che si scopre dialogando con loro: è un mestiere che ai ragazzi piace e soprattutto li diverte.

((Da "Stagno" di Kikuo Takano - a cura di Yasuko Matsumoto e Massimo Giannotta)






Non potremmo
forse
anche noi un'anima avere
con cui salire al cielo ?
Non potremmo
un'anima piccina e risoluta
anche noi avere
come l'acqua opaca dello stagno
che il cielo riflettere volesse ?

Málaga, stagno al Giardino botanico della Concepción


Málaga




Piccolo cuore
che per la voglia soffre di esser terso
come l'azzurro
di un riflesso di cielo,
che in quel riflesso
stare vorrebbe in alto,
e che, piccolo cuore,
a rimanere
lì in basso, soffre.                                  





Due frammenti della poesia "Stagno" dalla raccolta "L'anima dell'acqua"di Kikuo Takano, Ed. Empiria, a cura di Yasuko Matsumoto e Massimo Giannotta - in collaborazione con l'Istituto Giapponese di Cultura).

giovedì 28 aprile 2016

(Epitaffio)



Stelle al lago di  Viverone
E' la vostra gioia
la mia strada per le stelle  

 * * *

Your joy is my path to the stars. 
  (Enea Grosso)        

(Rose di Malaga al Paseo del Parque Charles Aznavour)

Buttate pure via
ogni opera in versi o in prosa.
Nessuno è mai riuscito a dire
cos'è, nella sua essenza, una rosa.

 (Giorgio Caproni)

Rose "Charles Aznavour"  a Málaga.
 di Enea Grosso

Al parco del municipio di Málaga  sono rimasta affascinata da questa bellissima rosa senza profumo dedicata a Charles Aznavour.

 Non è per me, questa rosa
così pura, della sera,
nata da profonde,
antiche chiarità.

 (José Garcia Nieto citato da Carla Poma in Elogio alla rosa, Einaudi Tascabili)



 Mia non è questa rosa
all'occhiello della sera.
Non è per me. Diventa,
s'io la guardo, di neve.

  (José Garcia Nieto citato da Carla Poma in Elogio alla rosa, Einaudi Tascabili)

Coglierò per te
l'ultima rosa del giardino,
la rosa bianca che fiorisce
nelle prime nebbie
 (Attilio Bertolucci)

  Dalla contemplazione
nasce la rosa;
dalla contemplazione, l'arancio.
e l'alloro.
Tu ed io da questo bacio.

(Miguel Hernández)





 Per quanto ti celebri, non mi ascolti,
sebbene per forma e madreperla tu sia simile
alla conchiglia sonante, al musicale orecchio
che registra il mare nelle intime volute.

(Cecilia Meireles)


Senxa terra né stelle brilli, prigioniera
del mio sogno, insensibile alla bellezza
che sei e non conosci, perché non mi ascolti...

(Cecilia Meireles))
Málaga, Ayuntamiento

Tutte le poesie sono tratte dalla raccolta "Elogio della rosa", a cura di Carla Poma, Einaudi Tascabili.






(Poesie a Malaga - Paseo del Parque) #luoghichesonopoesia #màlaga #paseodelparque #poesia

Muro dipinto al centro di Malaga
di Enea Grosso

Accanto al municipio di Malaga c'è un giardino di rose e poesie.
E' un piacere attraversarlo e fermarsi a leggere le parole dedicate da vari poeti a questa città luminosa e fiorita.


"Io e la luce ti abbiamo inventata / città che ora in un'alba/ di fantasia e luce / vieni al mondo".
M. Altolaguirre

"L'unico bene che mi concesse la sorte / fu di venire alla luce nel tuo grembo ,/ sentirmi sulla riva del tuo mare / quasi accecato dalla tua luce al vederti". 
Arturo Reyes
"Accanto all'acqua scura/ odore di mare e gelsomini./ Notte malagueña!"
Antonio Machado 

"I miei conti non tornano./ Mi manca una rondine/ e mi avanzano tre cristalli".



"Vivi a Malaga e il tuo sogno/ a Malaga vivrà./ Che qui è più reale colui che sogna / che colui che è".
Alfonso Canales 

mercoledì 27 aprile 2016

martedì 26 aprile 2016

(Dalla mia finestra)








 Dalla mia finestra, questa sera,
il cielo si lascia interpretare:
o una nuvola grande,
cicciottella e formosa
o una soffice bellezza
misteriosa
sulla macchia d'inchiostro
dei cespugli e del bosco.

(Enea Grosso)

(Haiku di Saitoo Sanki, traduzione di Irene Starace)

Foto: Anna Arietti
Aspettando il prossimo tuono,
incontro per caso
bellissimi occhi.

utsukushiki
me to au tsugi no
rai matsu kan

(Saitoo Sanki, da Il grande libro degli haiku, Ed.elliot, traduzione di Irene Starace)

lunedì 25 aprile 2016

(Senza sgualcire i petali)



Senza sgualcire i petali
che la vita mi posa
ogni giorno alla porta
volo sulla mia strada
e rido
e scrivo
dei silenzi delle cose
con inchiostri di sole.
(Testo e immagini di Enea Grosso)

(Quotidianità 2 - Sbarre)







Si uccidono
- a vicenda
di una morte
- lunga,  lenta
Prigionieri delle sbarre
di un Amore che non c'è.

(Enea Grosso)